HOME arrow Garibaldi
Metro Art: Garibaldi
stazione1 stazione2  stazione-garibaldi  stazione-garibaldi


garibaldiLa stazione Garibaldi del metrò porta la firma dell’architetto e urbanista francese Dominique Perrault, cui è stato affidato anche il restyling dell’area sovrastante. Piazza Garibaldi si articolerà in due zone, a nord uno spazio aperto costituito da giardini, aree di gioco e di riposo. A sud uno spazio protetto, una grande struttura di “alberi” in acciaio che ripara la piazza ipogea.
La stazione è strutturata come un unico, luminoso ambiente attraversato dagli spettacolari incroci delle scale mobili “sospese” e la copertura in vetro trasparente consente alla luce naturale di arrivare fin quasi al piano banchina, a circa 40 metri di profondità.
Gli interni, fortemente caratterizzati dalla scelta dell’acciaio - satinato o lucidissimo e riflettente - cui fa contrasto soltanto il colore brillante di alcuni dettagli in arancione, ospitano due grandi opere di Michelangelo Pistoletto, uno dei protagonisti della scena artistica internazionale.

Le due installazioni dal titolo “Stazione”, collocate appena prima delle ultime rampe di scale verso i treni -  una sul lato della banchina di arrivo, l’altra su quello della banchina in direzione Piscinola - sono costituite da pannelli in acciaio specchiante sui quali sono serigrafate, a grandezza naturale, fotografie di passeggeri in attesa o in cammino. Le immagini statiche dell’arte e le mutevoli immagini riflesse dalla realtà si mescolano incessantemente nell’opera, che diventa così, come ha spiegato l’autore,  “una porta che mette in comunicazione arte e vita”.


---english text---
Dominique Perrault, the French architect and urban planner of Garibaldi  station, was also entrusted with the redesign of the square above it. The structure is conceived as a single, bright space traversed by spectacular intersections of the “suspended” escalators.
The transparent glass roof allows natural light to reach almost the platform level, about 40 feet deep. The interior is strongly influenced by the choice of steel - satin or shiny and reflective – which is contrasted only by some bright orange elements.

The two installations by Michelangelo Pistoletto, one of the protagonists of the international art scene, are placed just before the last flights of stairs to the trains, one on the side of the arrival platform, the other on the platform towards Piscinola.
On steel mirror panels you can see full size silkscreened images of passengers, waiting or walking. Static images of art and ever-changing reflections from reality coexist incessantly in this work, which thus becomes, as explained by the author, "a door connecting art and life."